mercoledì 2 maggio 2012

Cinocefalo, razza di Portal.

Sulla falsariga della descrizione delle razze di D&D 4th ed.
Con le regole di WHFRP.


Cinocefalo
 

I cinocefali sono creature scaltre e intelligenti. Non hanno una loro terra ma si integrano bene nelle società umane. Molti di loro sono mercanti, scribi e maestri. Sono anche abili politici, infatti molti sovrani, generali e governatori umani hanno dei cinocefali tra i loro consiglieri. In particolar modo sono diffusi nell'Impero di Fragma.

Caratteristiche

AC: 10+2d10
AB: 10+2d10
F: 20+2d10
R: 20+2d10
Ag: 20+2d10
Int: 30+2d10
Vol: 20+2d10
Sim: 30+2d10
A: 1
M: 4

Ferite: Tira 1d4
1: 11
2: 12
3: 13
4: 14

Punti fato:Tira 1d4
1-2: 2
3-4: 3

Abilità: Conoscenze comuni (cinocefali), Parlare lingua (Kynokefalos), Parlare lingua (Quella del luogo dove il personaggio è nato e/o vive).
Talenti: 2 a caso (tira sulla tabella 1), sensi acuti, udito acuto.

Tabella 1Talenti casuali dei cinocefali
Tira 1d20

1-2: Affarista
3: Attitudine alle lingue
4: Buon senso
5-6: Cortese
7: Cospiratore
8-9: Galateo
10: Genio matematico
11: Inclinazione artistica
12: Mente equilibrata
13: Parlare in pubblico
14-15: Senso dell'orientamento
16: Sesto senso
17-18: Viaggiatore esperto
19: Visione notturna
20: Vista eccellente

Qualità fisiche
I cinocefali sono umanoidi con la testa da cane. Il loro corpo è coperto di peli, solo i palmi dei piedi e delle mani ne sono privi. Il loro aspetto bestiale potrebbe causare repulsione tra gli umani, ma i loro modi raffinati e il linguaggio colto non lasciano dubbi sulla loro intelligenza e accortezza.
Il pelo varia di colore da individuo a individuo e tende a incanutire con l'età. I loro occhi sono solitamente neri, rossi o marroni scuri. I cinocefali giungono alla maturità all'incirca alla stessa età degli umani e hanno un'eguale speranza di vita.

Interpretare un cinocefalo
I cinocefali sono un popolo poco numeroso ma molto aperto alle influenze e alla cultura degli altri popoli. Tendono a cercare sempre il dialogo e la mediazione, se poi c'è da sporcarsi le mani tendono a scaricare il compito su qualcun'altro.
Tra i cinocefali non sono comuni le professioni marziali, preferiscono di gran lunga pagare mercenari umani e di altre razze per difendersi. I pochi cinocefali guerrieri prediligono la disciplina e cercano di scalare le vette del comando.
Generalmente non cercano problemi e amano la vita tranquilla, sono grandi amatori di cibo, tabacco e alcolici, ma raramente diventano schiavi dei loro vizi poiché sono più equilibrati degli umani e maggiormente portati al ragionamento e all'autoconservazione. Vivono la sessualità in modo disnibito e non hanno particolari tabù.
Molti di loro amano viaggiare e accrescere la loro conoscenza di lingue, culture e fatti del mondo. Disprezzano la vita contadina e sedentaria degli umani analfabeti, ma comprendono l'importanza di una tale società stratificata, nella quale cercano un posto gerarchicamente elevato.
Molti di loro sono avidi di denaro, ori e pietre preziose. Amano sfoggiare abiti lussuosi e gioielli, tanto che alcuni umani li considerano dei parassiti che si arricchiscono alle loro spalle.

Cinocefali avventurieri
Di seguito sono descritti tre esempi di cinocefali avventurieri.
Aristarchos è un cinocefalo messaggero. Nato da una famiglia di artigiani, entrò al servizio di un duca dell'Impero di Fragma come fidato portaordini. Trovatosi a fare la staffetta durante una sanguinosa campagna militare rischiò la vita e imparò ad usare le armi. È un grande viaggiatore e un acuto osservatore. Si è unito a un gruppo di avventueri per girare il mondo e fuggire dalla quotidianità.
Kurillos è un cinocefalo scrivano. Non gli è stato difficile trovare un impiego, visto che sa leggere e scrivere in diverse lingue. Visse anni alla corte di un duca dell'Impero di Fragma come apprezzatissimo poeta di gesta eroiche. Ebbe modo di accedere alla biblioteca del duca e restò affascinato da alcuni testi antichi, lesse di popoli esotici e luoghi meraviglioso dove i tetti degli edifici sono ricoperti d'oro puro. Stanco di poetare e intrattenere gli aristocratici umani si unì a un gruppo di avventurieri che avevano bisogno della sua saggezza.
Erastos è un cinocefalo diplomatico. Nato in un'antica famiglia di tradizione diplomatica seguì le orme di suo padre. A nord stipulò trattati con alcune tribù nomadi per conto dell'Impero di Fragma, è un abile parlatore e sa strappare accordi vantaggiosi anche ai più tenaci contrattatori. Stanco di passare la vita tra scartoffie e timbri di ceralacca dove l'ipocrisia regna sovrana, decise di mettere la sua diplomazia al servizio di un gruppo mercenario dove magari avrebbe trovato anche un po' d'azione e di libertà.

Nessun commento:

Posta un commento

Archivio blog

Seguimi tramite email!

Visualizzazioni totali

Visite per paese

Feedjit, live traffic feed.

Lettori

Elenco dei blog che apprezzo

Segui "Varco Dimensionale" su Facebook.

Cerca nel blog