giovedì 3 maggio 2012

Bahari Watu


Bahari Watu


Illustrazione di Steve Luke.

Bahari watu significa "popolo del mare". Questo termine indica una razza di creature umanoidi naturalmente legate all'ambiente marino. Nel loro sangue scorre l'energia del piano elementale dell'acqua.

Caratteristiche:

AC: 20+2d10
AB: 20+2d10
F: 30+2d10
R: 30+2d10
Ag: 20+2d10
Int: 20+2d10
Vol: 20+2d10
Sim: 10+2d10
A: 1
M: 4

Ferite: Tira 1d4
1: 13
2: 14
3: 15
4: 16

Punti fato: Tira 1d4
1-2-3: 1
4: 2

Abilità: Conoscenze comuni (bahari watu), Parlare lingua (lugha), Parlare lingua (funzionale a dove è ambientata la campagna), nuotare (2 volte).

Talenti: 2 a caso (tira sulla tabella 2), cuore impavido, minaccioso, rissare, selvaggio, senso dell'orientamento

Tabella 2Talenti casuali dei bahari watu.
Tira 1d20

1: Ambidestro
2:Colpire con forza
3: Colpire per ferire
4: Colpire per stordire
5: Guerriero nato
6-7: Lottare
8: Mira eccellente
9: Molto forte
10: Molto resistente
11: Precisione letale
12: Resistenza al veleno
13: Resistenza alla magia
14: Resistenza alle malattie
15: Riflessi fulminei
16: Sangue freddo
17: Tiratore provetto
18: Udito acuto
19: Vigoroso
20: Vista eccellente

Qualità fisiche
I bahari watu sono creature dal fisico atletico. La loro pelle è di color azzurro pallido, i loro toraci sono ampi e i loro crani allungati danno alle loro teste la vaga forma di un parallelepipedo. Hanno nasi larghi, labbra carnose e occhi stretti scuri e inespressivi. Le loro mascelle, dotate di una dentatura simile a quella di uno squalo, sono proiettate verso l'esterno. Hanno capelli neri o castani scuri che raccolgono in trecce annodate. Sono dotati sia di polmoni che di branchie. Diventano adulti a quattordici anni e assai raramente superano i sessantacinque. Ognuno di loro ha un simbolo tatuato sulla fronte (chiamato alama) che viene impresso all'ingresso dell'età adulta durante un rito di iniziazione. Il tatuaggio è il simbolo della propria tribù, ne esistono centinaia di tipi diversi.

Interpretare un bahari watu
I bahari watu sono abili assalitori e schermagliatori. I loro maghi controllano le tempeste e le creature marine per far naufragare le navi al fine di depredarle. Molti di loro sono pirati senza scrupoli, altri mercenari senza morale. Le tribù di bahari watu si scontrano continuamente tra loro per il dominio di coste e tratti di mare. I loro leader, potenti e carismatici, finiscono presto nell'oblio per via del carattere volubile e violento di questo popolo che ricorda quello del mare in tempesta.
I bahari watu sono portati per la guerra e per il furto, hanno un atteggiamento brutale e uno scarso senso dell'onore. Si muovono più a loro agio nell'acqua che sulla terraferma, ma nell'acqua sono cacciatori provetti. Utilizzano conchiglie, perle e coralli come monili e monete.
In vista di una guerra navale molti comandanti di altre razze scelgono di assoldare bahari watu, ma pochi sconsiderati gli affidano compiti di responsabilità.
Solitamente sono coraggiosi e spacconi, raramente passano sopra a un'offesa.

Bahari watu avventurieri
La vita dell'avventuriero è perfetta per un bahari watu. Prediligono diventare guerrieri, ladri o saccheggiatori. Il loro fisico temprato sembra fatto apposta per una vita di avventure, la loro curiosità e la loro fame di ricchezza e gloria è smodata. È difficile comandare un bahari watu, farà sempre di testa sua e preferirà la spada alla diplomazia. La loro impulsività è un'arma a doppio taglio, la loro brutalità è temuta in tutto il mondo conosciuto.
Non tutti però sono pirati o temibili guerrieri, tra i bahari watu che vivono sulla terraferma vi sono anche artigiani, fabbri e agricoltori.
Di seguito sono descritti tre esempi di bahari watu avventurieri.

Maisha è una bahari watu pescatrice. Quando non fa incetta di pesci e molluschi terrorizza piccole imbarcazioni mercantili e pescatori umani. Ruba tutto quello che può per portarlo alla sua famiglia. Da quando ha ucciso un enorme squalo bianco si è guadagnata la fiducia del capotribù che la considera una delle guerriere più promettenti del villaggio. Sogna di poter guidare un giorno la sua tribù verso il posto di dominio che si merita.

Haki è un bahari watu mercenario. Fuggì dalla sua tribù in giovane età per diventare qualcuno e fare fortuna. Fu assoldato da innumerevoli comandanti, ma preferisce l'azione piuttosto che la noiosa scorta delle navi mercantili. Ha visto morire molti suoi compagni e sa che, probabilmente, lo attende una morte precoce, spende tutto quello che guadagna cercando di vivere nel modo più agiato possibile.

Heri è un bahari watu ladro. La sua tribù è stata distrutta e assimilata quando lui era ancora un bambino. Orfano e solo vagò alla ricerca del suo posto nel mondo. Ora vive di espedienti in un porto della Repubblica di Viroclea. Tenendo a freno l'impulsività della sua razza è entrato nel mondo della malavita dove le sue doti sono apprezzate per compiti di spionaggio, assassinio e ruberie. Si sente a suo agio in mezzo agli umani e ha imparato ad utilizzare metodi raffinati per raggiungere i propri scopi.

Nessun commento:

Posta un commento

Archivio blog

Seguimi tramite email!

Visualizzazioni totali

Visite per paese

Feedjit, live traffic feed.

Lettori

Elenco dei blog che apprezzo

Segui "Varco Dimensionale" su Facebook.

Cerca nel blog